La Riforma III dell’imposizione delle imprese mette la Svizzera al passo con gli standard europei, mantenendone la concorrenzialità. Le Banche, insieme al Consiglio federale, alla maggioranza del Parlamento, dei Cantoni, dei Comuni e delle Piccole e medie imprese, sostengono fortemente il ‘Sì’ alla prossima votazione del 12 febbraio. (...)

Dieser Artikel erschien in der Ausgabe Januar/Februar 2017 von «Ticino Management»; für die komplette Version klicken Sie bitte auf den untenstehenden Link.